Il Castello di Mussomeli a Caltanissetta sembra essere lo scenario perfetto per fatti tragici e cupi… Una leggenda narra del suicidio per amore di un soldato che si era innamorato della figlia del barone Manfredi.
Manfredi, allora, adirato per ciò che riteneva un gravissimo affronto, diede l’ordine di rinchiudere il soldato in una segreta del castello e in quella, farlo lentamente morire di fame… il giovane soldato, per sottrarsi a quella condanna, preferì gettarsi da una torre del castello.
Un’altra leggenda narra della raccapricciante uccisione di un gruppo di nobili, che venne fatto cadere in un trabocchetto e lessati vivi con getti di olio bollente.
Nel tenebroso castello, inoltre, si rifugiò Cesare Lanza, preso dal rimorso per aver assassinato la figlia Laura, Baronessa di Carini, che egli sospettava di un comportamento dissoluto. Si racconta che il fantasma della Baronessa di Carini, ancora si aggira nel maniero… è il fantasma di una donna giovane ed elegante, dalle perfette sembianze umane, vestita di abiti cinquecenteschi…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here