Per il teatro italiano è stata sicuramente una delle bambine prodigio più importanti che hanno recitato su un palcoscenico. Bellissima interprete a livello internazionale di molte piéce, durante gli anni della giovinezza, ha preso parte a veri e propri capolavori che hanno incantato la critica e il pubblico che si spostava da casa alla platea. Poco ricercata dal cinema, è diventata poi insegnante di dizione e recitazione per un talent show di successo quale “Amici di Maria De Filippi”. Quando spiega la recitazione ai più giovani si avverte un vero sentimento di gioia nei confronti dell’arte drammatica e sono sentimenti di così forte vitalità che contagiano persino il pubblico oltre lo schermo della televisione.
Di padre fiorentino, segue le orme della madre, l’attrice siciliana Franca Manetti, e degli zii, le interpreti Maria Tolu e Ida Carrara e l’attore Turi Ferro. Comincia la sua carriera prestissimo, imponendosi come bambina prodigio del palcoscenico e lavorando fianco a fianco con nomi di serie A del nostro teatro e di quello francese: Oreste Lionello, Vittorio Gassman, Jean-Louis Barrault, Madeleine Renault, Leo Gullotta, Massimo Troisi, Nino Manfredi, Ugo Tognazzi, Pino Caruso e Mario Scaccia. È l’interprete di “Anatra all’arancia”, “L’avaro”, “La figlia di Jorio”, “Tovarich”, “Il malato immaginario”, “Parole d’amore parole”, “La città del mondo”, “Pasquino” e il musical “Menopause” grazie ai quali tocca città come New York, Londra, Parigi, Mosca, Berlino, Rio de Janeiro, Budapest e Montevideo. Televisivamente, dopo aver lavorato con lo zio Turi Ferro (ma anche con Umberto Spadaro) alla fiction Aria di continente (1970) di Marcello Sartarelli, si convince che il piccolo schermo non è proprio luogo per lei e gli preferisce il teatro, seppur reciti sporadicamente in qualche miniserie come Le ragioni del cuore (2002) di Anna Di Francisca, Luca Manfredi e Alberto Simone e Ricomincio da me (2005) di Rossella Izzo.
Cinematograficamente parlando, viene tenuta a battesimo sempre dallo zio Turi Ferro, che la vuole accanto a lui nel film di Paolo Cavara Il lumacone (1974). Tra i suoi film: Edhel (2017), Al posto tuo (2016), L’aquilone di Claudio (2015), A Sud di New York (2011), Alice (2010), Sharm El Sheikh – Un’estate indimenticabile (2010), Il nostro messia (2007), Sexum Superando (2005), Stregati Dalla Luna (2001), Il fratello minore (1999), Bello di mamma (1980).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here