Un film che definire splatter suona abbastanza riduttivo vista l’ingente quantità di interiora, vomito, smembramenti e quant’altro presente nel corso degli appena 86 minuti di pellicola.

Un vero e proprio tripudio di carne fresca pronta per essere consumata da brutali e violente creature che all’improvviso assediano un bar nel bel mezzo del deserto, intrappolando al suo interno i malcapitati di turno che dovranno giocarsi il tutto per tutto per sopravvivere.

In tutto ciò regista e sceneggiatori riescono a mantenere il film su toni da commedia.

I personaggi vengono appena abbozzati eppure allo stesso tempo ben caratterizzati, alcuni stereotipati altri meno. Dal duro di turno che arriva per “salvare il culo a tutti” alla bionda apparentemente stupida che non si lascia sfuggire l’occasione di darsela a gambe abbandonando i suoi compagni di avventura.

Non c’è speranza neanche per bambini e anziani. Tutti sono carne da macello e Gulager non fa altro che ricordarcelo ogni cinque minuti.

Le bestie poi sono talmente disgustose da farci quasi simpatia: si accoppiano e in pochi secondi ecco spuntare il neonato già assetato di sangue e pronto a combattere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here