Killer Barbys

Un uomo viene ucciso in un bosco. Intanto i Killer Barbys, band punk-rock, sta suonando in un locale. Dopo il concerto il gruppo parte con il proprio furgoncino alla volta della prossima città nella quale devranno esibirsi. Purtroppo però prendono una pozza e si rompono gli ammortizzatori. Un uomo che si trova lì vicino invita il gruppo a passare la notte in un castello appartenente ad una contessa. Tre membri del gruppo accettano mentre in due di loro restano nel furgone a fare sesso. Tutti comunque presto dovranno vedersela con i segreti del custode del castello e della contessa…

Secondo me:

Jesus Franco è un regista indipendente spagnolo che nella sua carriera ha firmato circa 200 pellicole (fino ad ora) utilizzando almeno una ventina di pseudonimi. Può essere paragonato al nostro Joe d’Amato (del quale ho parlato in Anno 2020: i gladiatori del futuro) per quantità, ma anche per qualità dei suoi film. Come Joe d’Amato ha spaziato tra vari generi specializzandosi però in un genere tutto suo difficilmente categorizzabile e venduto solitamente come porno o erotico. La cosa però che accomuna praticamente tutti i suoi film sono le figure femminili nude (ha lavorato ad esempio con Caroline Munro, Maria Rohm, Alice Arno e ha lanciato la splendida Lina Romay). Anche lui come il nostro caro Joe gira più film allo stesso tempo con budget miseri ma con una chiara e precisa visione di quello che sta facendo. Perseguitato dalla censura, è stato costretto a girare l’Europa per poter girare i film che voleva come e quando voleva, senza mai troppo interessarsi alla vendibilità di quello che stava girando. Jess Franco è un autentico punk del cinema. Parecchi dei suoi b-movies sono dei veri e propri cult, ma spesso trovarli è davvero un’impresa! Killer Barbys è uno dei pochi film di Jesus Franco disponibile nel nostro Paese ma forse ben poco rappresentativo per il suo cinema. Protagonisti della pellicola sono i componenti di un gruppo punk-rock spagnolo realmente esistente , i Killer Barbies appunto anche nel film sono chiamati Killer Barbys a causa di un contenzioso con la Mattel che voleva tutelare il buon nome della sua Barbie… Il film comunque è un trashone ben confezionato e divertente pieno di sangue, stronzate nella trama e dialoghi assurdi e senza senso! Criticabili sono alcune scelte del regista che spesso e volentieri si sofferma eccessivamente su scene o immaggini inutili, ma questo è il suo stile, che ci piaccia o no! Tra le scene da ricordare va ricordato l’inseguimento della ragazza nuda nel bosco, la particolare preparazione della pozone magica, e l’incredibile finale, davvero troppo assurdo! Per quanto riguarda la colonna sonora me la sarei aspettata un pò migliore, considerando che i protagonisti del film sono un gruppo musicale…

Film consigliato ad ogni amante dei b-movies. Dentro c’è tutto: sangue, sesso, violenza e una storia assurda. Io adesso sono alla ricerca del seguito, Killer Barbys vs. Dracula!

Ah e poi si vede il pene! (se avete colto la citazione vi stimo…)

Titoli Alternativi: Vampire Killer Barbys

Nazione: Spagna

Durata: 87 minuti

Regia: Jesus Franco (con il nome di Jess Franco)

Anno: 1995

Cast: Santiago Segura, Mariangela Giordano, Aldo Sambrell, Charlie S. Chaplin, Silvia Superstar, Carlos Subterfuge, Angie Barea, Billy King, Pepa López, Alberto Martínez