Che cos’è Garabandal? La Madonna apparve realmente?

La Beata Vergine Maria é veramente apparsa in Spagna? Quali sono i messaggi urgenti che si dice siano da dare al mondo? Vi é una spiegazione scientifica per gli incredibili avvenimenti accaduti li?

UNA VISITA DA UN ANGELO

San Sebastiano de Garahandal è una piccola località di circa 80 modeste casette situate nei monti Cantabrici della Spagna nordoccidentale. La sera del 18 giugno 1961 quattro fanciulle di 11 e 12 anni giocavano insieme nella zona sud del villaggio quando udirono un rumore simile al tuono. Improvvisamente davanti a loro apparve un angelo splendente. Egli non disse niente e subito scomparve dalla loro vista. Le fanciulle meravigliate e spaventate, corsero istintivamente verso la chiesa del villaggio. I loro visi sbiancati suscitarono la curiosità della gente e l’apparizione divenne nota. Duarante i dodici giorni che seguirono, l’angelo apparve ancora otto volte e poi il primo luglio parlò loro per la prima volta. “Sapete perchè sono venuto?” chiese. “Per annunciare che domani, domenica, la Vergine Maria vi apparirà come nostra Signora del Monte Carmelo.” L’angelo aveva preparato in questo modo le fanciulle alla venuta della Vergine.

LA VERGINE APPARE

La notizia si diffuse velocemente. Il 2 luglio molti preti furono fra i numerosi visitatori venuti da fuori che si unirono alla popolazione del villaggio per essere testimoni del grande avvenimento. Verso le diciotto le fanciulle si avviarono verso il luogo in cui erano solite vedere l’angelo e perfino prima che arrivassero la Beata Vergine apparve con due angeli, uno ad ogni fianco. Esse riconobro uno degli angeli come l’Arcangelo San Michele, il quale era già apparso loro e l’altro era identico. Al di sopra della Vergine c’era un grande occhio che alle fanciulle parve essere l’occhio di Dio. Esse parlarono apertamente e familiarmente con la Vergine e dissero il Rosario in sua presenza. Per quattro anni consecutivi essa apparve alle fanciulle circa duemila volte e spesso più volte in un solo giorno.

“TRANCES” ESTATICI

Le fanciulle sapevano in anticipo delle loro visioni a causa di una serie di chiamate interne o “Llamadas”, che diventavano sempre più forti in ordine progressivo. Dopo la terza chiamata esse correvano verso il viottolo nascosto in cui le visioni avevano avuto inizio, e buttandosi in ginocchio sulle pietre entravano in un trance celestiale estatico. Le teste all’indietro, pupille degli occhi dilatate e visi pieni di uno splendore angelico. Rimanevano in questa posizione pochi minuti o diverse ore, mai mostrando traccia di fatica o sforzo muscolare. Non sentivano punture di spillo, bruciature nè contatto fisico. Anche quanto luci fortissime venivano dirette sulle loro teste durante visioni notturne le pupille dei loro occhi sbarrati rimanevano dilatate. Durante i trances il peso delle fanciulle diveniva talmente eccessivo che due uomini avevano gran difficoltà a solevare una dodicenne. Eppure esse si sollevavano a vicenda per baciare la Beate Vergine.

CADUTE ESTATICHE

Col continuare delle apparizioni apparve un nuovo fenomeno — quello della caduta estatica. Mentre in estasi, sia in posizione eretta che inginocchiata, le fanciulle cadevano all’indietro fino a rimanere cumpletamente distese sulla schiena. Non si fecero mai male e il loro vestiario non si scompose mai. In questa posizione orizzontale esse rimanevano in estansi e, senza usare le mani o springersi in alcun modo, esse ritornavano alla posizione originale, in ginocchio o in piedi. Quando più di una delle fanciulle in stato di estasi cadevano insieme, i loro movimenti erano perfettamente sincronici. Un testimone, il Canonico Julio Porro Cardenoso, accomunò il fenomeno allo spegnere simultaneamente le luci in una grande sala di conferenze. La posizione dei corpi delle fanciulle distese al suolo dopo una caduta estatica portava il marchio del sopranaturale e fu descritta da uno spettatore come belle “sculture”.

MARCE ESTATICHE

Un’altra qualità notevole delle apparizioni, contemporanea alle cadute estatiche, fu la marcia estatica. Le teste all’indietro in quel modo caratteristico e senza vedere dove andavano, le fanciulle marciavano a braccetto, senza difficoltà, sia davanti che indietro, su terreno impervio e talvolta cosi velocemente che gli spettatori non potevano star loro dietro. Una testimone, la signorina Ascension De Luis, descrisse per iscritto il 18 marzo 1962, una di queste “fughe” dal villaggio, verso la chima della collina fino ad una pineta che si trovava al di sopra il villaggio: “…la fanciulla salì su per il viottolo e ridiscese all’indietro a velocità indescrivibile.” Talvolta le fanciulle rassomigliavano ad aeroplani in volo mentre scorrazzavano per la radura con le braccia estese come ali toccando il suolo solo con la punta dei piedi.

OGGETTI BACIATI

Dall’inizio delle apparizioni le fanciulle presentarono alla vergine articoli religiosi che essa doveva baciare. Questo avveniva dietro richiesta di nostra Signora e, quando la gente se ne accorse, numerosi rosari, crocifissi, medaglie e fedi furono consegnate alle giovani visionarie, gli oggetti venivano dati loro invariabilmente in maniera che le visionarie non potessero sapere a chi essi appartenessero, infatti gli atticoli venivano posti su un tavolo messo da parte per questo scopo quando le veggenti non erano presenti oppure venivano loro consegnati da altre persone e non dai proprietari. Pertanto, durante l’estasi, guidate dalla Vergine, le fanciulle restituivano sempre medaglioni, fedi e gli altri oggetti alle persone giuste.

Durante l’ultima visita della Madonna a Garabandal, Essa disse alla veggente Conchita Gonzales, “attraverso il bacio deposto su questi oggetti, mio Figlio farà prodigi…” Questa promessa è stata e continua ad essere mantenuta in molte cure fisiche e conversioni spirituali che si riportano da tutto il mondo.

PRIMO MESSAGGIO FORMALE

Tutti gli aspetti fenomenali delle apparizioni non furono fine a sè stessu. Questi erano i mezzi che la Madonna usò attirare la nostra attenzione per impartirci una comunicazione urgente. Il 4 lugliu 1961 diede un messaggio alle fanciulle, ordinando loro di farlo pubblico il 18 ottobre 1961. Essendo state avvertite in tempo, tremila persone si trovavano nel villaggio in quel giorno di pioggia per sentire il seguente avvertimento: ‘‘dobbiamo fare molti sacrifici, e fare molta penitenza e visitare isanti Sacramenti con frequenza. Ma sopratutto dobbiamo viver bene. Altrimenti una punizione ci colpirà tutti. La tazza è quasi colma e se non cambiamo, una grande punizione cadrà su di noi.” Il desiderio della Vergine era che questo messaggio fosse universalmente conosciuto.

FRA’ LUIS ANDREU

Molti preti vennero al villaggio di Garabandal per osservare le fanciulle in estasi. Uno di questi era il Gesuita Luis Maria Andreu. La notte dell’8 agosto 1961, mentre Fra’ Luis guardava le fanciulle in estasi, gli fu concesso il privilegio di vedere la Santa Vergine Maria ed anche il gran Miracolo a venire. Coloro che gli erano vicini quella notte lo udirono ripetere quattro volte, “un miracolo. un miraculo!” e notarono la profonda espressione del suo viso solcato di lacrime. Fu la sola persona durante le estasi ad avere pre-visioni del miracolo e la sola altra persona oltre alle ragazze a vedere la Santa Vergine. Rientrando a casa con amici da Garabandal, tardi la notte dell’8 agosto, e presto la mattina dopo, esclamò, “. . . Che meraviglioso regalo mi ha fatto la Vergine! Che fortuna avere una madre come quella in cielo! non dovremmo temere il soprannaturale… Questo è il giorno più felice della mia vita!’’ Poco dopo avere pronunciato queste parole, egli morì di gioia.

UN MIRACOLO

Dopo che le fanciulle ebbero ripetutamente chiesto all’angelo di compiere un miracolo in modo che la gente potesse credere, questi infine acconsentìe disse alla veggente Conchita Gonzales che il 18 luglio 1962 la comunione invisibile che aveva sempre somministrato a lei (e alle sue compagne) quel giorno sarebbe visibile sulla sua lingua. Avrebbe dovuto annunciare questo con quindici giorni d’anticipo. Quando artivò l’ora, Conchita cadde in estasi a casa sua, poi usci, girò l’angolo e cadde ginocchioni in una strada vicina. Mentre la gente le si affollava intorno, tirò fuori la lingua e lì apparve una bianca ostia brillante. Un testimone che si trovava a pochi centimetri tolse ogni dubbio di imbroglio ed afermò che, “…Non sembrò esser stata depositata lì. ma che se poteva invece descrivere come essersi materializzata, più velocemente di quanto potesse percepire l’occhio umano.” Benchè solo amatore con la camera cinematografica e con il solo aiuto del flash, riuscì a filmare gli ultimi momenti del miracolo.

SECONDO MESSAGGIO FORMALE

Verso la fine delle apparizioni, la Vergine disse alle veggenti che era dispiaciuta perchè il suo primo messaggio non era stato ascoltato. Quindi essa annunciò che avrebbe dato un secondo ed ultimo messaggio per intercessione di San Michele il 18 giugno 1965. Quel giorno, migliaia di visitatori dalla Spagna e da molti paesi stranieri invasero il piccolo villaggio per essere testimoni dell’apparizione e sentire quest’altra comunicazione dellà Santa Vergine: “perchè il mio messagio del 18 ottobre nun è stato ascoltato e non è stato reso noto al mondo, vi avverto che questo è l’ultimo. Prima la tazza era quasi colma; adesso è strapiena. Molti Cardinali, Vescovi e preti vanno verso la perdizione e stanno portando con loro molte anime. All’Eucarestia viena data una importanza sempre minore. Allontanate da voi l’ira di Dio con i vostri tentativi. Se chiedete il Suo perdono con cuore sincero, vi perdonerà. Io, vostra madre, per intercessione di San Michele Arcangelo, vi chiedo di ravvedervi. Questo è l‘ultimo avvertimento. Vi amo molto e non voglio la vostra condanna. Pregate con sincerità e vi concederemo ciò che chiedete. Dovreste fare più sacrifici. Pensate alla Passione di Gesù.”

AVVERTIMENTO, MIRACOLO, PUNIZIONE

Tre grandi eventi futuri furono annunciati dalla Santa Vergine a Garabandal. Il primo è un AVVERTIMENTO al Mondo che sarà visto e sentito da tutti. Nessuno sfuggirà e nessono dubiterà che proviene da Dio. Questo AVVERTIMENTO servirà a purificare l’umanità per il gran MIRACOLO che avverrà subito dopo in una pineta di 9 pini che sta al di sopra del villaggio di Garabandal. Conchita sa la data del MIRACOLO e la comunicherà con 8 giorni di anticipo. Tutti gli abitanti del villaggio e dintorni la vedranno. I malati guariranno, i peccatori si convertiranno e gli increduli crederanno. La Russia si convertirà come risultato del MIRACOLO. Un segno soprannaturale permanente rimarrà nella pianta dopo il MIRACOLO fino alla fine dei tempi. Se il mondo, dopo l’AVVERTIMENTO e il MIRACOLO, rimarrà immutato, allora avverrà la PUNIZIONE.

I TESTIMONIE LE OPINIONI SCIENTIFICHE

Gente di tutti gli stati sociali furono testimoni degli avvenimenti di Garabandal. Preti, canonici e teologi, persone della famiglia reale spagnola, dottori, avvocati e i più umili contadini furono fra le migliaia di privilegiati a vedere le quattro fanciulle in estasi. La gran maggioranza fu commossa profondamente da ciò che vide e parti da lì convinta dell’autenticità delle apparizioni. Uno specialista dei bambini dichiarò che le fanciulle erano sempre completamente normali e che le estasi non facevan parte di alcun fenomeno fisiologico conosciuto. Il dottor Riccardo Puncernau importante neuro-psichiatra spagnolo dichiarò, “Da un punto di vista strettamente scientifico non si può negare la possibilità di una causa soprannaturale in questi fenomeni.” I dottori Garcia Ruiz e Ortiz Gonzales dissero, “Rimanere in silenzio sarebbe vera vigliaccheria scientifica… Non troviamo alcuna spiegazione convincente per tali fenomeni.”

L’APOSTOLO CIECO

A 16 anni Joseph Lomangino di Lindenhurst, New York, diventò cieco in uno strano incidente, che gli tagliò il nervo dell’olfatto. Visse quindi cieco e senza il senso dell’odorato fino al 1964, quando visitò Padre Pio a San Giovanni Rotondo, in Italia. Per intercessione del famoso stigmatizzato, Joey riacquistò il senso dell’olfatto. Durante la sua visita chiese a Padre Pio se la Vergine Maria appariva a Garabandal e se dovesse recarvisi. Padre Pio rispose affermativamente ed egli andò. Diventò subito molto amico della veggente Conchita Gonzales, fu convinto dell’urgenza del messaggio e deciso a comunicarlo agli altri. Il cieco aveva un altro incentivo. La Santa Vergine aveva detto a Conchita che il giorno del gran miracolo, Joey avrebbe ricevoto “nuovi occhi’. Egli incominciò a recarsi in casa di amici per raccontare delle apparizioni. Quindi gettò le fondamenta di un’organizzazione che avrebbe compiuto un’altra profezia della Madonna: “la casa di carità che egli (Joey) istituirà a New York porterà grande gloria a Dio.” I colloqui amichevoli e locali divennero presto conferenze estesse a tutte le parti degli Stati Uniti ed infine ad altre parti del mondo.

DIFFONDENDO IL MESSAGGIO

Con spirito di cooperazione fraterna, i promotori di Garabandal in altri paesi si unirono a Joey Lomangino e all’organizzazione con sede a New York, quindi permettendo lo stabilirsi di una rete internazionale. Ora, con l’aiuto della Madonna, il messaggio di Garabandal viene seminato in molti paesi dei cinque continenti.

POSIZIONE DELLA CHIESA CIRCA GARABANDAL

Le apparizioni di Garabandal non sono state nè approvate nè disapprovate dalla Chiesa, ma sono ancora sotto investigazione e coloro che promuovono il messaggio possono farlo purchè lo dichiarino. Il completamento di questi eventi deve ancora avvenire, ed in attesa di una decisione finale da Roma, rimaniamo in obbedienza alla Santa Madre Chiesa.