Halloween III – Il signore della notte (Halloween III: Season of the Witch) (1982), di Tommy Lee Wallace

Sabato 23 ottobre, il negoziante Harry Grimbridge (Al Berry) è inseguito da due tizi dall’elegante aspetto di uomini d’affari. Arrivato ad una stazione di rifornimento, ha un collasso dopo aver toccato una maschera di Jack-o’-lantern prodotta dalla Silver Shamrock. In seguito allo svenimento, viene portato in ospedale dal gestore della pompa di benzina (Essex Smith) gridando per tutto il tragitto «Ci uccideranno tutti». Grimbridge viene posto sotto la cura del dottor Daniel “Dan” Challis. Mentre Grimbridge è in cura, un altro misterioso individuo vestito da manager entra nella sua stanza e lo uccide, estraendogli il cranio. Dopodiché l’uomo entra nella sua auto, si cosparge di benzina e si dà fuoco, cosìcché non possano essere trovate tracce del suo efferato omicidio.

Challis e la figlia di Grimbridge, Ellie, iniziano un’indagine che li porta nella piccola città di Santa Mira, in California, sede della fabbrica Silver Shamrock Novelties. I due apprendono dal consierge dell’albergo, il signor Rafferty (Michael Currie), che la fonte della prosperità della città è l’irlandese Conal Cochran e la sua fabbrica e che la maggior parte della popolazione della città è composta da discendenti di immigrati irlandesi. Challis apprende che il padre di Ellie aveva soggiornato allo stesso hotel. Altri ospiti dell’albergo sono i negozianti Marge Guttman (Garn Stephens) e la famiglia Kupfer: Bud (Ralph Strait), Betty (Jadeen Barbor) e il loro figlio “piccolo” Buddy (Bradley Schacter). Tutti hanno degli interessi economici nei confronti della fabbrica.

Un giorno dopo essere giunti a Santa Mira, Challis ed Ellie visitano la Silver Shamrock con i Kupfer e sono allarmati nello scoprire l’auto di Grimbridge in un capannone, sorvegliata da altri eleganti uomini in nero. Ritornano al loro hotel ma scoprono che non possono contattare nessuno fuori Santa Mira. Ellie viene rapita dagli uomini in nero della fabbrica e, per cercarla, Challis entra alla Silver Shamrock. Qui scopre che gli uomini in nero sono in realtà androidi creati da Cochran. Dopo che Challis viene catturato dagli androidi, non prima di averne messo k.o. uno (Dick Warlock), Cochran gli rivela il suo piano: uccidere i bambini nella notte di Halloween. Spiega che il marchio Silver Shamrock sulle maschere contiene un chip di computer ed un frammento di una pietra sacrificale rubata a Stonehenge. Quando la pubblicità della Silver Shamrock verrà proiettata la notte di Halloween, il chip si attiverà causando la morte di coloro che indossano la maschera. Cochran piuttosto spiega che egli sta tentando di far ritornare alla luce i più macabri aspetti della festa celtica del Samhain, collegato alla stregoneria.

Challis fugge, e salva qualcuno che lui crede essere Ellie. Entrambi distruggono la fabbrica e uccidono Cochran. Comunque, Challis scopre che Cochran ha rimpiazzato Ellie con un androide. Dopo averlo distrutto, Challis ritorna alla stessa stazione di rifornimento dove il padre di Ellie era andato otto giorni prima. Challis contatta le stazioni televisive e le convince tutte tranne una a non mandare in onda la pubblicità. Il film termina con l’urlo di Challis che dice «Spegnetela! Fermatevi! Fermatevi».

Nonostante il titolo fuorviante questo film non c’entra niente con la saga di Michael.

Non ci sono serial Killer pazzoidi nè tantomeno giovani ragazze urlanti. L’incubo stavolta è rivolto a tutta la nazione e l’arma usata non è un coltello affilato ma bensì la pubblicità… L’idea non è male, il ritmo non manca anche se il film risulta un pò frammentato in certi punti. Notevoli sono gli effetti speciali veramente ripugnanti e ben fatti. Irresistibile il motivetto che pubblicizza le maschere in TV… Da vedere.

Regia: Tommy Lee Wallace
Soggetto: Tommy Lee Wallace
Sceneggiatura: Tommy Lee Wallace, Nigel Kneale

Interpreti e personaggi

Tom Atkins: dottor Daniel ‘Dan’ Challis
Stacey Nelkin: Ellie Grimbridge
Dan O’Herlihy: Conal Cochran
Michael Currie: Rafferty
Ralph Strait: Buddy Kupfer
Jadeen Barbor: Betty Kupfer
Brad Schacter: ‘piccolo’ Buddy Kupfer Jr.
Garn Stephens: Marge Guttman
Nancy Kyes: Linda Challis
Jonathan Terry: Starker
Al Berry: Harry Grimbridge
Wendy Wessberg: Teddy
Essex Smith: Walter Jones
Maidie Norman: infermiera Agnes
John MacBride: sceriffo